Sei qui: Home » Il comune » Uffici » Tributi » Imposta di soggiorno
- indietro - livello superiore - stampa questa pagina

Imposta di soggiorno


 

L’IMPOSTA di SOGGIORNO

E’ stata istituita con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 17 dicembre 2014, in base alle disposizioni previste dall’art. 4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n.23, e si applica a decorrere dal 1° gennaio 2015.

 Il gettito dell’imposta è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, compresi quelli forniti in collaborazione con Provincia e regione, quelli a sostegno delle strutture ricettive nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali, ambientali e quelli relativi ai servizi pubblici locali. Si rende possibile inoltre mantenere la sede IAT a Oderzo e realizzare iniziative del Comune finalizzate al richiamo turistico.

 

Presupposto dell’imposta e soggetto passivo

 Presupposto dell’imposta è il pernottamento in qualunque tipo di struttura ricettiva,come definite dalla Legge Regionale in materia di turismo e di attività agrituristiche, situata nel territorio del Comune di Oderzo.

Soggetto passivo dell’imposta è chi pernotta nelle strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere situate nel territorio del Comune di Oderzo e non risulta iscritto all’anagrafe dei residenti.

 

Novità 2018

 1. Modifiche al regolamento.

  Con delibera del Consiglio comunale n. 3 del 21 febbraio 2018 sono state introdotte alcune modifiche al Regolamento comunale sull’Imposta di Soggiorno, che sono in vigore dal 1° gennaio 2018.

Si riportano quelle di interesse per i gestori delle strutture ricettive:

 1.1. Definizione di strutture ricettive

 All’art. 2 la nozione di “strutture ricettive” viene ricondotta alla normativa regionale in tema di turismo (Legge regionale n. 11 del 14 giugno 2013 e successive modifiche)  e agriturismo (Legge regionale n. 28 del 10 agosto 2012 e successive modifiche), riportata alla sezione “Informazioni e approfondimenti”. Sono pertanto soggetti all’imposta di soggiorno i pernottamenti in:

a) strutture ricettive alberghiere: alberghi e residenze turistico-alberghiere;

b) strutture ricettive complementari: alloggi turistici, case per vacanza, unità abitative ammobiliate per uso turistico, bed & breakfast, agriturismo, alloggi, ostelli, attività ricettive in esercizi di ristorazione, alloggi locati esclusivamente per finalità turistiche,  senza prestazione di servizi (art. 27 bis L.R. 11/2013)**;

c) strutture ricettive all’aperto: villaggi turistici e campeggi.

 ** Per “locazioni brevi” per finalità abitative e anche turistiche si intendono i contrati di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni ( senza prestazione di servizi ad esclusione di quelli di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali)  stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, direttamente o tramite  intermediari immobiliari o portali telematici, e sono disciplinate:

-          dall’art. 1 della Legge n. 431/1998,

-          dall’art. 4 del D.L. 50/2017.

1.2.  Obbligo del gestore di rendere il conto della gestione

 All’art. 6 , con il nuovo comma 3, ai sensi delle diposizioni vigenti in materia di maneggio del denaro pubblico, il gestore è nominato Agente Contabile, con obbligo di rendere, entro il 31 gennaio di ogni anno, a decorrere dal 31 gennaio 2019, il Conto della Gestione su apposito modulo. Il Servizio Tributi del Comune fornirà tutte le indicazioni del caso.

 2. Pagamento anche con modello F24.

 

Dal 1° marzo 2018 è possibile versare l’Imposta di Soggiorno al Comune  anche tramite il modello F24, utilizzando, nella sezione “IMU e altri tributi locali”,  i seguenti codici:

Codice Comune: F999

Codice Tributo: 3936

ATTENZIONE

dal 23 Luglio 2018 il nuovo conto di tesoreria per il versamento tramite bonifico – con spese a carico dell’ordinante - é il seguente:

INTESA SAN PAOLO S.P.A. IBAN : IT82F0306912117100000046335   -    BIC : BCITITMM

Le tariffe

 L’imposta di soggiorno è determinata per persona e per pernottamento ed è commisurata con

riferimento alla tipologia di tutte le strutture ricettive.

L’imposta è applicata fino ad un massimo di 5 (cinque) pernottamenti consecutivi per persona, con le seguenti tariffe, approvate con delibera della Giunta Comunale n. 205 del 17/12/2014:

TIPOLOGIA STRUTTURA TARIFFA (per persona e per pernottamento)

Esercizi extra-alberghieri, agriturismi Euro 1,00

Esercizi alberghieri 1 stella Euro 1,20

Esercizi alberghieri 2 stella Euro 1,40

Esercizi alberghieri 3 stelle Euro 1,60

Esercizi alberghieri 4 stelle Euro 1,80

Esercizi alberghieri 5 stelle Euro 2,00


Dipende da: Tributi



Informazioni e approfondimenti:


Servizi di competenza e relativa modulistica:



Ultima modifica: 03/09/2018

« October 2018 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Clicca sulle date in grassetto e visualizza gli eventi del giorno

Javascript disabilitato. Tag cloud non visibile.