Sei qui: Home » Il comune » Uffici » Gestione del Territorio e Urbanistica » URBANISTICA » Crediti Edilizi e cessione di cubatura
- indietro - livello superiore - stampa questa pagina

Crediti Edilizi e cessione di cubatura


 Il riconoscimento dei crediti edilizi è disciplinato dalla Legge Regionale n.11/2004, dall'art. 48 delle NTO del Piano di Assetto del Territorio,  dall’art. 13 delle Norme Tecniche Operative del Piano degli Interventi   e dagli articoli 54 e 55 del Regolamento Edilizio vigente.

PAT- Norme Tecniche

PI- Norme Tecniche Operative
PI-Zonizzazione dei valori immobiliari 1: 10.000

Regolamento Edilizio

 

    PROCEDIMENTI PER LA CESSIONE DI  CUBATURA URBANISTICA E  RICONOSCIMENTO DEI CREDITI EDILIZI

Il procedimento  per la cessione di cubatura urbanistica

 

1. E’ ammessa la cessione di cubatura solo tra lotti ricompresi nella medesima  sottozona urbanistica, così come individuate e numerate nelle tavole in scala al  2000.
E’ ammesso incrementare gli indici di edificabilità edificatoria, fatti salvi il rispetto degli altri parametri urbanistici.
Alla cessione di cubatura si applicheranno le norme in tema di trasferimento dei diritti reali immobiliari, allo stesso modo si applicheranno anche quelle in tema di trascrizione.
2. E’ possibile utilizzare la cubatura acquisita,  in conformità  allo strumento urbanistico vigente,  presentando all’Ufficio  la seguente documentazione:
-     titolo di proprietà o di giuridica disponibilità dell’immobile;
-     documentazione attestante la legittimazione della costruzione (licenza edilizia, concessione, permesso di costruire, condono ecc.);
-     planimetria con estratto di PAT, P.I., Ortofoto ed estratto catastale e documentazione fotografica,  con individuazione esatta dell’immobile/area da cui viene prelevata la volumetria e dell’immobile/area dove viene utilizzata tale volumetria.
3. Alla cessione di cubatura si applicheranno le norme in tema di trasferimento dei diritti reali immobiliari, allo stesso modo si applicheranno anche quelle in tema di trascrizione.

Il procedimento per il riconoscimento dei crediti edilizi
1. Per la valutazione di un riconoscimento di credito edilizio deve essere presentata dal proprietario domanda di riconoscimento di credito edilizio corredata dalla seguente documentazione:
-     titolo di proprietà o di giuridica disponibilità dell’immobile;
-     documentazione fotografica dell’ambiente circostante e dell’edificio (interni ed esterni);
-     documentazione attestante la legittimazione della costruzione da demolire (licenza edilizia, concessione, permesso di costruire, condono ecc.);
-     relazione tecnica che motivi la richiesta di riconoscimento del credito, evidenziando l’interesse pubblico  nell’intervento di demolizione, dimostrando il contrasto dell’esistente dal punto di vista urbanistico/ambientale derivante dalla sua ubicazione, dimensione o destinazione d’uso e la conseguente riqualificazione ambientale derivante dalla sua eliminazione. Devono essere valutate anche le caratteristiche architettoniche e storiche del fabbricato, e se necessario anche lo stato del fabbricato dal punto di vista statico.
-     planimetria con estratto di PAT, P.I., Ortofoto ed estratto catastale, con individuazione esatta dell’immobile che genera credito;
-     elaborati grafici della costruzione assentita o legittimata;
-     calcolo del volume oggetto di richiesta di credito edilizio;
-     relazione descrittiva relativa alla procedura di demolizione e di smaltimento dei rifiuti, nonché di sistemazione dell’area a seguito della demolizione.
Nel caso di credito edilizio derivante da un intervento complessivo di riqualificazione di un area soggetta a Piano Urbanistico attuativo, oltre a quanto sopra indicato devono essere presentati gli elaborati previsti per lo strumento urbanistico attuativo.

2. La domanda presentata verrà istruita dal Servizio “Gestione del Territorio e Urbanistica”, che sentita la commissione edilizia, provvederà a verificare la sussistenza dei requisiti necessari per avere titolo al credito. La demolizione totale o parziale dell’immobile potrà avvenire solo dopo il rilascio del relativo permesso o DIA  e concludersi in un tempo determinato, compresa la sistemazione dei luoghi o l’attuazione di quanto sarà prescritto nel relativo permesso.
3. Il credito edilizio previsto sarà assegnato  con determina del Responsabile del Servizio  e iscritto  nel Registro dei crediti edilizi previo richiesta di accertamento, da effettuarsi mediante sopralluogo, dell’ottemperanza alle prescrizioni del permesso di demolizione.

 

 

 


Dipende da: URBANISTICA



Servizi di competenza e relativa modulistica:



Ultima modifica: 30/01/2013

« October 2018 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Clicca sulle date in grassetto e visualizza gli eventi del giorno

Javascript disabilitato. Tag cloud non visibile.