Sei qui: Home » Il comune » Filo diretto con il sindaco » Comunicazioni del sindaco » Ex caserma Zanussso: la protesta dei migranti
- indietro - livello superiore - stampa questa pagina

Ex caserma Zanussso: la protesta dei migranti

Questa mattina il Vicecomandante della Polizia Locale Sabrina Cescon ha avvertito la Sindaca Maria Scardellato che era in corso una protesta di migranti davanti alla ex caserma Zanusso.

Sul posto, quando è arrivata la Sindaca, erano già presenti i carabinieri che avevano provveduto a deviare il traffico.
I migranti non sono andati oltre l'area antistante l'ingresso dell’ex caserma Zanusso e non c'è stata nessuna azione violenta.
All’arrivo del Vicequestore, la Sindaca ha chiesto di poter parlare con i migranti e poi anche con il rappresentante della cooperativa.
Questo quanto emerso dai colloqui: i migranti sono circa 240, gli operatori della cooperativa sembra siano una decina di giorno e cinque durante la notte.

I due portavoce dei migranti hanno riferito di essere trattati senza rispetto all’interno della struttura, come animali, si lamentano delle condizioni igieniche, del cibo, della mancanza di Wi-Fi, del fatto che hanno delle fotocopie dei permessi nelle quali la foto non è visibile e con quei documenti non possono acquistare cellulari. Hanno riferito di ricevere 75 euro al mese per le spese. Tra le richieste che hanno avanzato c’è quella di poter entrare e uscire senza orari.

Il rappresentante della cooperativa ha parlato molto poco. Ha detto che lo stesso portavoce dei migranti pochi giorni prima non aveva avuto nulla da eccepire sul cibo. Ha poi aggiunto che se le docce vengono utilizzate in contemporanea è ovvio che l’acqua calda non sia sufficiente per tutti.

C’è da sperare che per sopperire ai disagi dell'eccedenza della misura consentita per l'allacciamento fognario siano stati realizzati bagni chimici.

Continua ad essere difficile comprendere il reale stato di fatto sulla gestione del centro di accoglienza.
Il Vicequestore ha assicurato che verificherà quali delle richieste potranno essere accolte, ma che non possono aspettarsi soluzioni immediate.

La Sindaca Maria Scardellato, parlando con i portavoce dei migranti ha spiegato che nessuna delle richieste avanzate rientra tra le competenze dell'Amministrazione Comunale. I portavoce dei migranti hanno assicurato che non vogliono creare problemi agli Opitergini, per questo non hanno portato la manifestazione in piazza ma sono rimasti all'entrata della Caserma.  

Maria Scardellato, Sindaca di Oderzo, così commenta quanto accaduto: “La situazione per ora è rientrata, l'unica cosa certa è che quella gente non dovrebbe essere lì. Raccomando a tutti i cittadini di mantenere la calma, di non creare allarmismo e di segnalare a me o ai carabinieri qualsiasi situazione di irregolarità o di disagio. Cercherò di ottenere quante più informazioni possibili e di trasmetterle ai cittadini perché la mancanza di informazioni è la prima causa di preoccupazione e c’è il rischio di peggiorare una situazione già molto delicata.
Quindi raccomando a tutti prudenza, attenzione, nessun allarmismo e massima collaborazione con le forze dell'ordine”.

Oderzo, 8 luglio 2016

Ultima modifica: 08/07/2016

« June 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Clicca sulle date in grassetto e visualizza gli eventi del giorno

Javascript disabilitato. Tag cloud non visibile.