Sei qui: Home » Il territorio » Opitergium Città archeologica » Le aree archeologiche di Oderzo
- indietro - livello superiore - stampa questa pagina

Le aree archeologiche di Oderzo

Premessa
Oltre al Museo Archeologico "Eno Bellis", Oderzo annovera pure alcune aree archeologiche relative alla fase preromana e romana della città, frutto dell'attività di salvaguardia e tutela svolta negli anni dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici per il Veneto; alleato prezioso è il Piano Regolatore del Comune di Oderzo che prevede, fin dal 1976, la delimitazione di un'area nel cui ambito è necessario per le concessioni edilizie il nulla-osta preventivo da parte della Soprintendenza.

L'accesso alle aree archeologiche è gratuito. I siti, tranne quelli delle ex carceri e di Via Dalmazia, sono sempre aperti e visitabili. L'area di Via Dalmazia è accessibile durante i giorni di apertura della Cantina Sociale (feriali, in orario d'ufficio, lunedì mattina chiuso). L'area delle ex carceri (all'interno del ristorante "Gellius") può essere visitata solo in determinati orari e con accompagnatori autorizzati (Associazione Athena, tel 339-4733106; l'Associazione offre anche un servizio di visite per le restanti aree archeologiche, compreso l'accesso al percorso sotterraneo di collegamento tra l'area forense e la domus di Via Mazzini).

Per ulteriori informazioni è consultabile il sito della Fondazione Oderzo Cultura http://www.oderzocultura.it

Ultima modifica: 15/05/2017

« June 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Clicca sulle date in grassetto e visualizza gli eventi del giorno

Javascript disabilitato. Tag cloud non visibile.